Via Martiri della Libertà, 3, Vercurago, Italia
+39 3451113089
provercurago@virgilio.it, info@prolocovercurago.it

Dialetto di Vercurago

Pro Loco Vercurago San Gerolamo

Parliamo anche in dialetto

Fino a cinquant’anni fa il dialetto era la lingua madre di molti italiani e la lingua italiana invece era quella che si imparava a scuola. Adesso, anche se in Italia esistono moltissimi dialetti non sono tanto parlati in famiglia o con gli amici. Però, molti dialetti italiani sono delle vere lingue plasmate nei secoli dai diversi popoli della penisola, e sono un vero patrimonio linguistico tutelato dall’UNESCO come minoranze linguistiche

dialettoIl dialetto, la lingua madre di noi italiani da preservare con orgoglio.
Scopriamo il piccolo dizionario del dialetto di Vercurago

Per oltre mille anni Vercurago è stata “imparentata” con Bergamo e da questa città abbiamo ereditato, tra le altre cose, anche un modo di parlare. Il Bergamasco non è un dialetto, ma è una lingua a tutti gli effetti, riconosciuta ufficialmente da tutti i bergamaschi del mondo.  
A Vercurago il dialetto bergamasco è ancora parlato dalla popolazione più avanti con l’età. Il dialetto parlato a Vercurago, e più in generale nella zona occidentale della Val San Martino, risente della vicinanza di Lecco e dei paesi di confine comaschi. Di conseguenza presenta delle affinità con il dialetto lecchese del quale riprende diverse parole.
Il piccolo dizionario di Vercurago nasce con l’obbiettivo di salvaguardare e promuovere l’aspetto linguistico del patrimonio del territorio, per la riscoperta della propria identità culturale. Questo vuole essere uno strumento in continuo aggiornamento, utile per intendere la parlata locale ma soprattutto un documento atto a mantenere viva la tradizione dialettale del nostro paese. Tale dizionario non ha pretese, anche perché a Vercurago si dice in un modo, in Valderf’ in un altro ed a Cavrì in un altro ancora. Il nostro è una variante molto locale.

DETTI E MODI DI DIRE

DIALETTO DI VERCURAGOITALIANO DI OGGI
Te sté ‘mpé a baleStai in piedi a bugie
Daga mia la bala a töccNon parlare con tutti
Ghe n’ó pié i baleNe ho piene le scatole
L’à ciapàt la balaSi è ubriacato
Tira mia a la dé di baleNon cercare scuse
A mesdé i bale i ansaÈ ora di pranzo
Mèi ‘ndà fò di baleMeglio andar via
In tép de guèra piö bale che tèraIn tempo di guerra più chiacchiere che terra
A’ chèla aca là, in chèla cà làGuarda quella mucca là, in quella casa là
Té che te tàchet i tàch, tàchem i tàch a mé.
Mé tàcat i tàch a té? Tàchetei té i to tàch, té che te tàchet i tàch

Se siete a conoscenza di altri detti, proverbi o modi di dire in dialetto, non esitate a mandarci via email (provercurago@virgilio.it), oppure compilando il modulo qui sotto, le vostre conoscenze.


Dialetto di Vercurago – Pro Loco Vercurago

 

Codividi su