Via Martiri della Libertà, 3, Vercurago, Italia
+39 3451113089
provercurago@virgilio.it, info@prolocovercurago.it

Luoghi da visitare

Pro Loco Vercurago San Gerolamo

Luoghi da visitare a Vercurago

Oltre al caratteristico centro storico, a Vercurago possiamo ammirare tanti posti e monumenti storici

Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio

Situata nel centro storico del paese la Chiesa dei Santi Gervasio e Protasio venne menzionata per la prima volta nell’814 all’interno del testamento di Rotprando. Si tratta quindi della chiesa più antica della provincia di Lecco. Ricostruita e consacrata nel 1550 in stile tardogotico, venne nuovamente rifatta a navata unica in stile rococò a partire dal 1750 da Carlo Giuseppe Merlo. Nel XIX secolo alla chiesa vennero aggiunti diversi elementi decorativi come il protiro in stile neoclassico, l’organo Serassi e nel 1973 venne rinnovato l’altare. L’ultimo restauro risale al 2013. Sulla parete sinistra della chiesa è stata costruita dai Disciplinati di Bergamo una cappella.

Scopri di più

Chiesa SS Gervasio e Protrasio

Basilica di San Bartolomeo e San Girolamo Emiliani

Basilica di San Bartolomeo e San Girolamo Emiliani

Edificata a partire dal 1544 sulla precedente chiesa di San Bartolomeo dai chierici regolari di Somasca è la chiesa parrocchiale della frazione di Somasca. Divenne di proprietà dei padri somaschi nel 1592 che nel corso del XVII e del XVIII secolo la ampliarono più volte, fu nuovamente rimaneggiata nel XX secolo con la costruzione di alcune arcate frontali è stata poi elevata a basilica minore nel 1958 più volte restaurata fino al 2013. L’edificio in stile barocco ha pianta basilicale rettangolare e si costituisce di tre navate.

Scopri di più

Santuario di San Girolamo

San Gerolamo si stabilì alla Rocca di Somasca nel 1533, riadattò i resti del castello e aprì un piccolo sentiero oggi noto come ‘’Scala Santa’’. Nella frazione di Somasca sorge il Santuario dedicato a San Girolamo e San Bartolomeo, edificato nel ‘500.

Via delle Cappelle

Via delle Cappelle

Realizzata a partire dal 1702 permette il collegamento tra il centro abitato di Somasca e la zona della Valletta. Sulla strada pavimentata e ciottolata si affacciano nove cappelle, la decima è nella Valletta, mentre l’undicesima è collocata in una torre del castello dell’Innominato. Le cappelle vennero realizzate a partire dal 1723 e riproducono i momenti significativi della vita di san Girolamo attraverso delle statue, sulla via si trova anche una scala santa di centouno gradini aperta nel 1828 che porta all’eremo dove san Girolamo era solito raccogliersi in preghiera, luogo in cui nel 1837 è stata costruita una cappella.

La Valletta

La Valletta

Fu fondata da san Girolamo Emiliani come oratorio nel quale educare gli orfani e poi ampliata maggiormente nel XIX secolo con la costruzione di diversi edifici. Posta al termine della via delle cappelle si compone di due piazzole nelle quali sono presenti il cimitero dei padri somaschi, la X cappella, la sala della fonte miracolosa e l’antico orfanotrofio, oggi adibito ad archivio. Sono presenti anche due edifici religiosi: Chiesa della VallettaChiesa della Resurrezione

Scopri di più

Santuario San Girolamo

luoghi da visitare

Cappella degli Alpini

Dedicata al centenario della formazione del corpo militare degli alpini, la Cappella degli Alpini è stata aperta il 17 settembre 1972. La struttura è a pianta quadrata, la muratura è in pietra e sull’ingresso è stato dipinto un affresco a tema alpino.

Cappella di San Mauro

Edificata nel 1750 è a pianta esagonale e in stile neoclassico. La Cappella di San Mauro è circondata su tre lati da un breve appezzamento di terreno a erba protetto da basso muro e ringhiera in ferro. Sulle pareti esterne è presente una zoccolatura alta interrotta nella parte centrale dove due lesene poste alle estremità alle estremità sorreggono un timpano triangolare posizionato su un cornicione che percorre il perimetro dell’edificio. Al centro è posto l’ingresso ad arco rialzato di un gradino e protetto da una cancellata in ferro. Il tetto coperto di tegole è a sei falde. Sulle pareti interne sono contenuti degli affreschi riguardanti la vita del santo risalenti al 1961 e un altare in muratura centrale. Sulla parete sinistra adiacente alla facciata si trova un mosaico circolare che rappresenta una croce arancione su sfondo blu realizzato il 18 ottobre 1981.

luoghi da visitare

luoghi da visitare

Castello dell’Innominato

Situato al di sopra della frazione di Somasca prende il nome dall’Innominato, personaggio deI promessi sposi, in quanto la tradizione vuole che per la descrizione del castello nel romanzo il Manzoni abbia fatto riferimento proprio a questo edificio. In origine il castello era una torre di segnalazione di un sistema di fortificazione carolingio dato che è stato menzionato per la prima volta nel 1158. Il castello fu utilizzato durante le lotte tra guelfi e ghibellini iniziate con la faida tra i Visconti e i Della Torre. Poi diventò definitamente di proprietà della Repubblica di Venezia nel 1454. 

Scopri di più 

Monumenti a Vercurago

Monumento ai caduti delle due guerre mondiali

Monumento ai caduti delle due guerre mondiali

luoghi da visitareSituato in un’aiuola del centro storico il monumento si compone di una statua bronzea scolpita dallo scultore Angelo Montegani nel 1926 e posta su un basamento granitico. La statua raffigura un soldato che regge il tricolore e che abbraccia un bambino e sul basamento su cui poggia sono poste lapidi bronzee con i nomi dei caduti di Vercurago della prima e della seconda guerra mondiale.
Sul lato del basamento sono scritti su una targa marmorea i nomi dei dispersi e nel centro è ornato dalla scritta bronzea:

Vercurago nel culto degli eroi ritempra la fede nella patria

Monumento a tutti gli Alpini

Monumento a tutti gli AlpiniMonumento a tutti gli Alpini

Posto in prossimità della cappella dedicata al centenario della formazione del corpo militare degli Alpini è un monumento bronzeo dedicato a tutti gli Alpini. La scultura è composta da tre pennacchi rocciosi che sostengono il busto di un alpino, l’intera composizione è stata scolpita nel bronzo ed è stata posata il 16 giugno 1974.

Monumento a caduti di Somasca

luoghi da visitareMonumento a caduti di Somasca

Posto vicino alla Basilica di San Bartolomeo e San Girolamo Emiliani, è composto da una lapide con i nomi dei diciassette giovani morti nel corso delle due Guerre sormontata da una nicchia contenente un affresco inaugurato con una messa il 15 luglio 2018. L’affresco, dipinto da Rosalba Citera, raffigura nel centro la Madonna incoronata con due angeli che le sorreggono il mantello aperto così come le braccia che proteggono il giovane che ha donato la sua vita.

L'Abbraccio

luoghi da visitareL’Abbraccio

Situato nel piazzale vicino al cimitero, si tratta di una statua in marmo di Carrara alta 3,2 m e del peso di 750 kg scolpita da Antonio Guerra, uno scultore calolziese operante prevalentemente nella Val San Martino. La statua raffigura San Girolamo Emiliani e beata Caterina Cittadini immersi in un fascio di luce all’interno del quale è incastonata una sfera rappresentante il mondo, questi due elementi ultraterreni inoltre ricordano le opere del pittore vercuraghese Gianni Secomandi. La statua venne commissionata nella primavera 2002 e i primi schizzi risalgono all’autunno dello stesso anno, fu poi inaugurata il 2 giugno 2005. La targa posta sul basamento in cemento riporta il nome della statua e la dedica dell’allora sindaco Antonio Benedetto Moretti ai vercuraghesi corredata dalla fase di Cicerone:

Onora la giustizia e rispetta i valori, ma più d’ogni altra cosa ama la patria. Tale è la vita che conduce al cielo.

luoghi da visitare


Luoghi da visitare a Vercurago – Pro Loco Vercurago

Codividi su